Tuscania

Tuscania è una delle città più belle ed interessanti della Tuscia, nell’antica Etruria meridionale. La città sorge su sette promontori rocciosi, collocati tra i fiumi Capecchio e Marta, la sua posizione strategica in vicinanza della via che univa il Lago di Bolsena con il Mar Tirreno la rese, sin dalla preistoria, un importante centro economico. In epoca etrusca la città fu una delle più importanti dell’Etruria, come testimonia la presenza delle grandi necropoli, quelle di Pian di Mola, Madonna dell’Olivo, Ara del Tufo e delle Scalette. La città di Tuscania è sicuramente molto affascinante, a partire dalle sue due grandi chiese, fuori dalla cinta muraria, la Chiesa di San Pietro e la Chiesa di Santa Maria Maggiore, entrambe costruite nell’VIII secolo. Imperdibili anche la  Chiesa di Santa Maria della Rosa, in stile romanico-gotico, la Chiesa di San Silvestro, eretta nel 1300 e quasi completamente ristrutturata nel XVII secolo, la Chiesa di San Marco, al cui interno vengono custoditi dipinti ed affreschi di pregevole fattura, la Chiesa dei Santi Martiri, eretta nel XIX secolo, la Cattedrale di San Giacomo, in chiaro stile rinascimentale e la Chiesa di Santa Croce, oggi scomunicata e divenuta sede di una sala pubblica. Infine il Palazzo Comunale, edificio realizzato nel corso del 1800, i Palazzi Spagnoli, Campanari e Maccabei, il Teatro Rivellini e il Museo Archeologico, articolato in 4 sale che raccontano e descrivono la storia archeologica del territorio.

La storia di Tuscania

Sulla nascita della città di Tuscania esistono varie leggende, tra le più diffuse, quella che vorrebbe la città fondata da Ascanio, figlio di Enea, sul luogo del ritrovamento di dodici cuccioli di cane, da qui il nome della città Tus Cana, una seconda leggenda invece, indicherebbe come fondatore della città Tusco, figlio di Araxe e Ercole.

Oltre la leggenda, le origini della città di Tuscania risalgono al paleolitico, successivamente l’area venne abitata dagli Etruschi che qui fondarono una città e molte necropoli, il periodo di massimo sviluppo della civiltà etrusca sul territorio si registra dagli inizi dell’VIII secolo a.C., quando nacque l’acropoli sul Colle di San Pietro. In questo periodo la città diventa una della lucumonia di Tarquinia. Con i romani la città, che già all’epoca era nota con il nome di Tuscana,  visse un periodo di intensa crescita, grazie sopratutto alla sua posizione strategica, sorgeva infatti in prossimità del fiume Marta, offrendo il controllo sulla strada che dal Mar Tirreno conduceva al Lago di Bolsena e verso i territori interni dell’Etruria. A partire dal VI secolo a.C. la città riuscì ad ottenere il controllo anche sul porto di Regas – l’attuale Montalto di Castro -. La sottimissione di Tuscania all’Impero Romano avvenne in maniera pacifica traendone, per altro, grandi vantaggi, crescita economica e sociale e la costruzione di importanti opere pubbliche, acquedotti, terme e la Via Clodia. Nel 90 a.C. Tuscania venne eletta al ruolo di municipium romano. Nel IV secolo la città divenne sede vescovile, nel 569 venne conquistata dai Longobardi e nel 774 dai Franchi guidati da Carlo Magno che, nel 781 ne fece dono allo Stato della Chiesa. Tra il 967 e il 1066 Tuscania venne governata dalla famiglia degli Anguillara, per passare poi agli Aldobrandeschi, nel 1081 venne conquistata da Enrico IV. A partire dal XII secolo Tuscania divenne un Libero Comune pur rimanendo sempre al centro delle lotte tra lo Stato della Chiesa e l’Impero che portarono alla conquista della città da parte di Federico II di Svevia, nel 1240. Questa particolare condizione, le lotte tra Guelfi e Ghibellini e la conseguente crisi economica che ne scaturì, portò ad una lenta decadenza della città, in favore della più potente Viterbo, anch’essa innalzata al ruolo di sede vescovile. Grazie alla politica attuata dal legato pontificio, il Cardinale Egidio Albornoz, tra il 1353 e il 1367, le sorti della città si risollevarono, anche se solo per pochi anni, nel 1421 Papa Martino V, come riconoscimento per la fedeltà dimostrata da Tuscania allo Stato della Chiesa, elevò la città al ruolo di Contea, nominando capitano di ventura Angelo Broglio da Lavello. Quando le truppe francesi di Carlo VIII attraversarono l’Italia alla conquista del Regno di Napoli, saccheggiarono la città di Tuscania dando vita ad un periodo di profonda crisi che lasciò la città al di fuori di tutti i principali avvenimenti di quel periodo. Tuscania venne annessa al Regno d’italia nel 1870. I 6 Febbraio 1971 un terremoto di magnitudo 4,5 della scala Richter distrusse parzialmente la città, causando la morte 31 persone e il crollo di molti edifici storici.

Chiesa di San Pietro

Costruita nell’VIII secolo, insieme alla Chiesa di Santa Maggiore, è tra le più antiche della città di Tuscania. Si erge imponente fuori dalla cinta muraria – che venne ricostruita tra l’XI e il XII secolo -, l’abside della chiesa,  corrisponde all’antica acropoli della città, si notano ancora oggi importanti elementi etruschi e romani. Si possono ammirare ancora oggi il Palazzo Episcopale, un meraviglioso baldacchino di arte carolingia e le due imponenti torri – una delle quali parzialmente crollate. L’esterno della chiesa è semplice ed austero e lo stile è quello tipico delle basiliche carolingie o longobarde, rivestito in tufo rosso scuro sul quale spiccano il rosone ed il portale di accesso, entrambi in marmo bianco, La cornice del rosone è ricca di decori ed intarsi, vi sono rappresentati una figura barbuta a tre facce, corone di fiamme, un grande motivo floreale che incornicia sirene e basilischi, un angelo ed i simboli degli evangelisti, grandi draghi alati che sembrano tuffarsi verso l’esterno, tori, leoni alati, un uomo che danza – chiaro richiamo all’arte etrusca -. L’interno è diviso in tre navate, ospita un ciborio del 1200, affreschi di scuola bizantina ed alcuni sarcofagi etruschi, un ciborio dell’XI secolo. Di particolare interesse la cripta, circondata da ventotto colonne, risalente al XII secolo.

Chiesa di Santa Maria Maggiore

Posta ai piedi del Colle San Pietro, questa chiesa risale all’VIII secolo, come la vicina Chiesa di San Pietro. Le prime testimonianze circa l’esistenza di questo edificio sacro risalgono ad una bolla di Papa Leone IV dell’852. La facciata della Chiesa mostra tre eleganti portali decorati, il portale centrale è in marmo bianco, con due colonne laterali, ed è sovrastato da due leoni, molto interessanti le sculture degli Apostoli Pietro e Paolo, della Madonna col Bambino Benedicente, l’agnello mistico,il Sacrificio di Isacco e la Fuga in Egitto. Sul portale di destra si possono notare decorazioni floreali, mentre in quello di sinistra decorazioni in stile normanno-siculo.L’interno della chiesa è semplice ed armonioso, diviso in tre navate, ospita colonne e pilastri affrescati con capitelli romani, il ciborio gotico con vele affrescate, un fonte battesimale ad immersione, risalente al 1200, un pregevole pergamo del XIII secolo con frammenti di arte alto-medievale. L’abside della chiesa riporta un bellissimo affresco duecentesco di scuola romana raffigurante i dodici Apostoli, infine un affresco del XIV secolo raffigurante il Giudizio Universale, realizzato da Gegorio e Donato d’Arezzo.

Chiese e palazzi storici

tra gli edifici ed i monumenti più importanti di Tuscania meritano una menzione sicuramente : 

  • Cattedrale, è il principale edificio sacro della città, fu restaurata nel 1520 sostituendo alle forme medievali elementi stilistici più moderni, sul lato sinistro si innalza il campanile, aggiunto nel 1781.
  • Fontana delle Sette Cannelle, la più antica della città, risalente al periodo etrusco-romano
  • Cinta Muraria, l’originaria struttura risale al periodo etrusco, venne poi rimaneggiata nelle epoche successive, in particolar modo in epoca medievale, quando vennero ridefinite, lasciando al di fuori le due antiche chiese di San Pietro e Santa Maria Maggiore
  • Siti archeologici, le origini della città di Tuscania sono antichissime, già in epoca etrusca esisteva un originario insediamento e molte necropoli, le principali erano quelle di Pian di Mola, Madonna dell’Olivo, Ara del Tufo e delle Scalette

Tuscania, le recensioni dei viaggiatori

Tuscania, Chiesa di San Pietro

bellissima basilica medievale, risalente all’VIII secolo, la Chiesa di San Pietro sorge sull’omonimo colle già probabile sede dell’acropoli etrusca. E’ meraviglioso e sembra di essere trasportati indietro nel tempo… assolutamente da visitare!!

Chiesa di Santa Maria Maggiore

E’ assolutamente magica… già dall’esterno, con i tre portali sulla facciata, il centrale più grande ed i laterali più piccoli, straordinarie le decorazioni e l’architettura interna. Imperdibile l’affresco raffigurante Il Giudizio Universale…

Museo Archeologico Tuscania

Bellissimo e interessante il Museo Archeologico di Tuscania, con sede all’interno di un ex convento francescano nel cuore della città. Reperti etruschi provenienti dalle vicine aree archeologiche e dalle bellissime necropoli…

Prenota ora il tuo hotel a Tuscania

Tuscania è senza alcun dubbio una delle città affascinanti della Tuscia, un bellissimo abitato dalle origini antichissime ed oggi ricco di preziose testimonianze del suo passato, dalle chiese ai palazzi storici, passando per le aree archeologiche e le necropoli. Abbiamo selezionato i migliori Hotel a Tuscania per una vacanza indimenticabile in questa città dal fascino antico, nel cuore della Tuscia. 



Booking.com

Ristoranti a Tuscania

Se siete appassionati di cucina e tradizione, Tuscania è sicuramente il luogo perfetto per voi! Tanti piatti tradizionali della Tuscia ed ottimi vini di produzione locale, per un’esperienza culinaria veramente unica nel suo genere, in una delle città più belle del Lazio.

Una selezione dei migliori ristoranti di Tuscania : 

  • RISTORANTE DODICI SEDIE Largo Della Neve, 2, 01017 Tuscania – +39 342 745 8072
    Ristorante di pesce, rigorosamente freschissimo e locale, piatti di grande estro e straordinario gusto, con ingredienti semplici e genuini.
  • RISTORANTE IL TREBBO Via Torre di Lavello, 7, 01017 Tuscania – +39 366 150 0132
    Elegante ed accogliente, nel cuore di Tuscania, questo ristorante propone ottimi piatti accompagnati da straordinari vini.
  • CHICHI’S RISTOBISTROT Via Santa Maria 21, 01017 Tuscania – +39 0761 435957
    Piatti creativi e curati, semplici e ricchi di fantasia e ingredienti genuini.
  • LOCANDA ROSSOVINO ROT Località Carcarella Centro, 01017 Tuscania – +39 320 568 8748
    Splendida country house con ristorante, cucina tradizionale con prodotti locali, dal pane con lievito naturale, piante aromatiche e ottimi vini.
  • CAMPAGNA AMICA LA BOTTEGA IL ROMITORIO Strada Tarquiniese km 0.500, 01017 Tuscania – +39 348 662 0970
    Locale familiare con cucina tradizionale con prodotti a km0. Possibilità di acquistare i prodotti delle aziende locali.

Come arrivare a Tuscania

DA SUD : 

  • Autostrada A12 Roma-Civitavecchia
  • SS Aurelia uscita Tarquinia
  • Seguire indicazioni per Tuscania

DA NORD : 

  • Autostrada A1 uscita casello Orte
  • Raccordo autostradale SS675 uscita Viterbo
  • SS Aurelia uscita Montalto di Castro
  • Seguire indicazioni per Tuscania

AEREO, TRENO, AUTOBUS : 

  • Aeroporto Roma-Civitavecchia (108km)
  • Stazione Tarquinia (27 km)
  • Stazione Viterbo (24 km)
  • Stazione Orte (52 km)
  • Stazione CIvitavecchia (46 km)
  • Autobus linea Cotral

Previsioni meteo Tuscania

Il clima di Tuscania è di tipo caldo e temperato, classe climatica : ZONA D. le estati sono generalmente calde e secche e gli inverni freschi e piovosi. La temperatura media è di 15°C e la piovosità media 683 mm. Luglio è il mese più caldo con una temperatura media di 24°C, Gennaio il mese più freddo, con una temperatura media di 6,8°C. Il mese più secco è Luglio, con una media di 18mm, quello più piovoso Novembre, con  una media di 94mm.